Si è corsa la 6^ Maratonina della Felicità: “Soddisfatti nonostante le previsioni avverse”

“Nonostante il cambiamento di data, lo spauracchio delle previsioni e il ponte di Ognissanti siamo molto soddisfatti”. Così Giuseppe Cicogna ideatore della Maratonina della Felicità che domenica 3 novembre ha vissuto la sua 6^ edizione.

L’evento è ispirato a La Via della Felicità, un libricino scritto da L. Ron Hubbard che vuole essere un invito a praticare il buon senso, un percorso delineato in 21 capitoli verso una vita fiorente e prospera per se stessi, per gli altri e per l’ambiente in cui viviamo. Non per niente la Maratonina della Felicità è scandita ad ogni chilometro da un pannello con un messaggio tratto dal rispettivo capitolo, cosa che la rende unica nel suo genere.

Circa 400 partecipanti suddivisi tra chi ha scelto la 21 km o la 7 km – ricavati tra Borgata Frassati e il Parco della Pellerina – tra i quali podisti di ottimo livello, amatori, principianti, amanti della camminata sportiva. Notevole il tempo di Marco Mazzon che ha coperto il tracciato lungo con l’invidiabile tempo di 1h 14′ e 11″. In ambito femminile si è distinta Michela Vigna Ton in un’ora 41′ e 34″. Buone le prestazioni anche nella breve che prevede un anello di oltre 7 km ricavati da quello principale: Ciro Napolitano e Ana Capustin hanno tagliato il traguardo rispettivamente in 30′:32″ e 31:39″, con l’atleta di Giannone Running terza assoluta. Considerando il percorso molto vario e sicuramente non veloce si tratta di prestazioni di ottimo livello ad impreziosire una manifestazione dichiaratamente non competitiva che premia i partecipanti devolvendo l’intero ricavato alla protezione e miglioramento del nostro ambiente.

La parte da padrone della Maratonina della Felicità la fa proprio l’aspetto sociale al punto tale che la squadra di Pallavolo di Acqui Terme, militante nel campionato nazionale di Serie B1 Femminile, ha deciso di sostenere i progetti “Quartiere Pulito” e “Regala un Albero” cui verrà devoluto il ricavato della manifestazione, iscrivendosi pur non potendo partecipare ovvi motivi legati alla stagione agonistica.

“Dalla Polizia Municipale, alla Città di Torino che assieme alla Circoscrizione 5 hanno patrocinato l’evento, dal partenariato di Legambiente Metropolitano alle numerose associazioni di volontariato che hanno prestato aiuto permettendo lo svolgimento della manifestazione in sicurezza, da Nicola Giannone a Giannone Running che hanno organizzato gli aspetti tecnici, senza dimenticare gli sponsor e tutte le persone, moglie, figlia, parenti e amici, compresi che, pur senza far parte di associazioni ci hanno aiutato in mille modi: questo evento va ben oltre i numeri indicati da chi ha corso o camminato domenica scorsa con noi – conclude Cicogna – Ci sono letteralmente altre centinaia di persone che hanno fatto a gara, pur non trattandosi di una competizione, per realizzare questo sogno: una corsa e una camminata che unisce, coinvolge e crea pochissimo disagio a chi non partecipa, nel rispetto degli altri e dell’ambiente. Coniugare tutte queste cose non è semplice, ma insieme stiamo dimostrando si poterlo fare”

Top

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi