Servizio Civile Universale ai blocchi di partenza: dal 4 settembre gli Enti possono presentare i progetti 2018

Da lunedì 4 settembre a giovedì 30 novembre 2017: è la finestra temporale a disposizione degli Enti del Servizio Civile iscritti all’albo Nazionale o agli albi Regionali per presentare i progetti per il prossimo anno in Italia e all’estero. Lo ha stabilito il Consiglio dei Ministri che ha pubblicato l’Avviso di presentazione dei progetti in cui sono specificate, tra l’altro, le nuove disposizioni entrate in vigore con l’approvazione della Riforma del Terzo Settore, in particolare con il Decreto Legislativo 40 di marzo. La durata del servizio diventa flessibile: dagli 8 ai 12 mesi, di cui 3 possono essere svolti in un Paese dell’UE. In alternativa all’opzione estero, c’è la possibilità di usufruire di un tutoraggio per facilitare l’accesso al mondo del lavoro. 18-28 anni è la fascia di età richiesta per partecipare, mentre non ci sono limiti per quanto riguarda la nazionalità. È poi espressamente previsto l’impiego di giovani con minori opportunità. I giovani firmeranno un contratto direttamente con la Presidenza del Consiglio dei Ministri non assimilabile ad un contratto di lavoro o di collaborazione. Non è perciò incompatibile con l’iscrizione a liste di mobilità né con eventuali altre attività lavorative, salvo un’impossibilità fattuale di svolgere adeguatamente il servizio per cui ci si è candidati.

Top

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi