Prorogata al 25 maggio la scadenza del premio letterario nazionale “Caro Fabrizio, ti racconto un amore”

“L’amore è un sentimento limpido e puro e come tale andrebbe espresso, ma il linguaggio di chi ama è spesso pieno di parole non dette”.  (Gabriel García Márquez ) 

L’emergenza Covid-19 ha stravolto le vite di tutti. Abitudini cambiate, possibilità di spostarsi ridottissime. Ancora: annullati eventi e incontri, scuole chiuse, niente cinema e teatro, no abbracci e strette di mano. «Ma l’amore non lo ferma nessuno!».

Con questa frase piena di speranza Caterina Migliazza, la mamma di Fabrizio Catalano, il diciannovenne di Collegno sparito ad Assisi il 21 luglio 2005, nonché autrice del libro “Il Falco e l’altalena. La storia di una madre per un figlio scomparso”, invita a partecipare alla sesta edizione del premio letterario in memoria del figlio “Caro Fabrizio ti racconto di un amore“. 

A causa dell’emergenza Covid-19 l’Associazione ha deciso di prorogare la scadenza del concorso, inizialmente previsto il 30 aprile 2020, al 25 maggio prossimo.

Il bando e le modalità di partecipazione sono visionabili sul sito web www.fabriziocatalano.it.

“Il nostro desiderio – spiega Caterina Migliazza – è di offrire la possibilità di poter inviare ancora, con più tempo a disposizione, i vostri racconti e i vostri disegni, perché per noi rappresentano e sostituiscono quell’abbraccio che ora è a tutti negato e quindi più che mai bramato. Ma ben sappiamo che l’amore e l’affetto, nonostante tutto, non vengono meno, anzi li sentiamo più prepotenti ed esplosivi che mai dentro di noi, proprio perché non li possiamo esprimere attraverso la fisicità”.

“CERCANDO FABRIZIO E…” PER LA FESTA DELLA MAMMA

Cogliendo l’occasione del posticipo della data del concorso, l’Associazione intende stimolare una ulteriore riflessione prendendo spunto da un’altra imminente ricorrenza: il 10 maggio sarà infatti la Festa della Mamma.

“Quest’anno – spiega Caterina – possiamo ancor più dedicare il nostro pensiero, più speciale di sempre, a tutte le mamme del mondo: a quelle volate nel cielo, alle mamme/papà, ai papà/mamme e a tutte quelle che, crudelmente, hanno dovuto sopravvivere ai loro figli. Raccontiamo loro il nostro amore anche per quello sport che non riusciamo a praticare, per quel luogo che non possiamo raggiungere facendo fare da “postino” a Fabrizio, contribuendo così alla pubblicazione dello “scrigno d’amore ai tempi del Covid-19”.

IL CONCORSO

“Caro Fabrizio, ti racconto di un amore” è un concorso di narrativa aperto ad adulti e piccini, a chiunque voglia illustrare, esprimere e imprimere su carta, in forma scritta oppure illustrate, un amore da raccontare a Fabrizio immaginandolo come interlocutore e confidente. Fabrizio, infatti, amava la scrittura e proprio attraverso il linguaggio poetico e magico delle parole, sapeva esprimere il suo mondo interiore di forza e generosità, apertura e accoglienza.

I DATI DEGLI SCOMPARSI IN ITALIA

Secondo il dato più aggiornato contenuto nella relazione del Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse, in Italia, dal 1° gennaio 1974 al 31 dicembre 2019, sono 61.036  le persone italiane e straniere ancora da rintracciare e 2665 sono i cadaveri senza nome che giacciono negli obitori, di cui 1747 connessi al fenomeno migratorio (dato suscettibile di aggiornamento).

«Si tratta di numeri in crescendo che stridono in questi giorni e amplificano l’angoscia che solo messaggi d’amore e di speranza mettono a tacere. Che il contagio d’amore sia virale» conclude Caterina.

 

CONTATTI

Associazione CERCANDO FABRIZIO E… ODV
www.fabriziocatalano.it
http://voltoweb.it/cercandofabrizioe/
comitatocercandofabrizioe@gmail.com

Top

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi