Operative a Bussoleno le associazioni che hanno partecipato al Campo Scuola 2018

A 10 giorni dal Campo Scuola di Protezione Civili (tenutosi dal 23 al 27 maggio a Palazzo Canavese e Piverone) numerose associazioni della commissione si son trovate ad intervenire su un’emergenza reale a Bussoleno, un evento di vasta portata che per motivi fortuiti non ha causato vittime: fango, distruzione, prospettive incerte e a oggi ancora 130 sfollati; case abbattute, alcune danneggiate e altre che non si sa se potranno essere messe in sicurezza.

Bussoleno è già stata sede del Campo Scuola 2013, nonché di numerose esercitazioni della commissione e di interventi in emergenza in rete tra differenti associazioni (l’ultima emergenza incendi risale all’ottobre 2017).

Gli stessi volontari, gli stessi dirigenti, tecnici e funzionari della Città Metropolitana, della Regione Piemonte, del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale e gli stessi uomini delle Forze dell’Ordine, che durante l’esercitazione “Serra 2018” hanno affinato le competenze per il lavoro in rete, sono state proiettate su uno scenario operativo reale e drammatico.

Gli amministratori locali dei comuni che hanno ospitato le 10 edizioni del Campo Scuola, che si svolge in forma itinerante, hanno più volte manifestato apprezzamento per l’importanza di un evento di tale portata che consente a tutti, Sindaci, amministratori, studenti e popolazione in generale, di apprendere buone pratiche sulle norme di comportamento da tenere in tali circostanze, nonché nella gestione operativa delle forze in campo. Nella prima fase, quella più delicata in cui i soccorritori si son trovati ad affrontare il mare di fango e la popolazione impaurita e sotto shock, la fase di evacuazione di oltre 200 persone (per il reale pericolo incombente a causa del rischio di nuove colate), non si sono registrate scene di “resistenza” ad abbandonare le case, cosa tutt’altro che scontata in circostanze analoghe.

Anche in situazioni così drammatiche, oltre alla consueta solidarietà manifestata nei giorni successivi con gli interventi di rimozione del fango e di stabilizzazione che proseguono tuttora, con centinaia di Volontari e professionisti impiegati, si rinnova lo spirito di collaborazione e presa di coscienza dell’imparare a convivere con i rischi del territorio. Motivo in più per proseguire nella strada intrapresa in questi 10 anni di Campo Scuola.

Top

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi