Giornata nazionale dei Giochi della Gentilezza 2019

L’Associazione culturale Cor et Amor si occupa di favorire il benessere e una crescita serena di bambini e ragazzi: per questo promuove la conoscenza e la pratica della gentilezza nella quotidianità, il gioco è il canale comunicativo privilegiato. Opera localmente nel Canavese, attraverso progetti, volti a favorire un cambiamento positivo del modo di pensare delle comunità locali; in tutta Italia, invece, opera tramite il web, gestendo Giocopedia della Gentilezza (il libero manuale online sui Giochi della Gentilezza), oltre a coordinare la comunicazione della Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza.

 “Solamente se circondato dalla gentilezza (di genitori, famigliari, insegnanti, allenatori, educatori, amici e compagni), un bambino può crescere felicemente e divenire un adulto migliore, attento al benessere della propria comunità”.

GIORNATA NAZIONALE DEI GIOCHI DELLA GENTILEZZA 2019

È una ricorrenza che appartiene alla collettività. I ruoli previsti per la buona riuscita della ricorrenza, sono:

  1. COORDINAZIONE DELLA COMUNICAZIONE curata dall’Associazione Culturale Cor et Amor, in entrata (organizzatori e partecipanti) e in uscita (fare conoscere quanto svolto); avviene attraverso la rete web. Questo ruolo è importane che venga tutelato da un ente no profit, che ne salvaguardi il valore etico, consentendo a tutti di parteciparvi gratuitamente e liberamente. Coerentemente con il messaggio trasmesso, la ricorrenza è libera da sponsor: l’associazione Cor et Amor si sostiene attraverso il volontariato, le quote associative e le libere donazioni.
  2. GLI ORGANIZZATORI DELLE ATTIVITÀ LUDICHE “Per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio”, recitava un antico detto. Partendo da questo presupposto, gli organizzatori delle attività ludiche possono essere scuole o singole classi (asilo nido, infanzia, primaria e secondarie di 1° grado, le scuole secondarie di 2° grado possono partecipare organizzando iniziative per i più piccoli), famiglie (da sole, oppure in gruppo), associazioni sportive, associazioni culturali, biblioteche, Pro loco, oratori, cooperative sociali, associazioni di volontariato, associazioni ambientaliste, associazioni di promozione sociale, servizi di pre e post scuola, centri anziani, università della 3° età, ospedali pediatrici, bande musicali, cori… Ognuno, nel proprio piccolo, può favorire la messa in atto di cambiamenti positivi a beneficio dei bambini e della propria comunità.
  3. I PARTECIPANTI sono i protagonisti della ricorrenza, bambini e ragazzi da 1 a 14 anni. A seconda delle attività organizzate e proposte possono essere coinvolti anche gli adulti che li circondano quotidianamente (genitori, nonni, educatori, animatori, allenatori, insegnanti).
  4. I SOSTENITORI sono enti meritevoli (ad esempio comuni, regioni, enti e federazioni sportive, enti benefici), che attraverso il loro “patrocinio gratuito”, riconoscono il valore educativo e positivo alla gentilezza, a beneficio di bambini e ragazzi.

I nostri numeri

  • dal 2016, anno della prima “Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza” si è passati da circa 6000 bambini partecipanti a 22500 dell’edizione 2018.
  • 198 comuni italiani hanno dato il loro patrocinio tra questi anche delle città come Roma, Firenze, Torino, Genova, Napoli, Palermo, Aosta, Cagliari.
  • 11 regioni Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria, Sardegna, Valle d’Aosta, Campania
  • il World Kindness Moviment, l’Autorità Garante per l’Infanzia e Adolescenza, Legambiente e la Camera dei Deputati.
  • a questo si aggiungono organizzazioni come il Cip nazionale e il CONI con sei federazioni sportive.

In ultimo, nel corso degli anni si sono aggiunti diversi testimonial come: Andrea Caschetto, Cristina Milani, Iacopo Melio, Saverio Tommasi, Luca Raggiano, Silvia Selo, Luca Streri. Tutti caratterizzati dalla propria “gentilezza”

Le tematiche

Dal 2017 la Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza affronta ogni anno, una differente conoscenza riguardante la gentilezza:

  • nel 2017 il tema è stato “giochiamo insieme per circondare i bambini di pace”
  • nel 2018 il tema è stato “giochiamo insieme per circondare i bambini di gratitudine”
  • nel 2019 il tema sarà “bambini felici…con la buona educazione”

L’edizione del 2019 ha già ricevuto il Patrocinio di Legambiente (con cui si è instaurata una collaborazione in occasione di Puliamo il mondo che si svolgerà nello stesso periodo), del CONI e di numerosi Comuni italiani.

Dove si svolge

È coinvolto tutto il territorio nazionale. Le attività ludiche, possono essere organizzate ovunque, purché si disponga delle autorizzazioni e soprattutto in luoghi e spazi sicuri: edifici scolastici, impianti sportivi, pluriuso, parco giochi, parchi pubblici, spiagge, abitazioni private (se le attività ludiche sono organizzate in un contesto famigliare), piazze, sono esempi di luoghi ove poter svolgere un Gioco della Gentilezza.

Quando si svolge

La Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza è il 22 settembre. Si può partecipare alla ricorrenza anche nei giorni precedenti e successivi, per consentire a quanti più bambini e ragazzi di parteciparvi e festeggiare la gentilezza. Nel 2019 si svolgerà dal 20 al 23 settembre 2019 (venerdì, sabato, domenica e lunedì).

Come si svolge (tempi e modalità)

La Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza è strutturata in 5 momenti:

  1. ADESIONE (dal 3 giugno al 19 settembre), avviene compilando l’apposito form (scheda elettronica) sul sito web www.igiochidellagentilezza.it . L’adesione consente di fare conoscere l’attività attraverso la piattaforma web; di valorizzare l’attività ludica proposta e chi la organizza; di creare una rete di enti, associazioni, famiglie, scuole (o classi), accomunate dal riconoscere la gentilezza come opportunità di benessere per i bambini ed i ragazzi.
  2. PREPARAZIONE (avviene subito dopo l’adesione) ogni “partecipante-organizzatore” organizza, in piena autonomia, la propria attività ludica che intende proporre a bambini e/o ragazzi ed è responsabile del suo buon svolgimento. Qualora l’attività lo preveda sarà cura degli organizzatori richiedere eventuali autorizzazioni. Le attività ludiche organizzate devono svolgersi nella massima sicurezza. Le attività ludiche proposte possono essere di tipo, motorio, artistico, musicale, sportivo, culturale. Ogni attività può essere un gioco se contestualizzata come tale.
  3. PARTECIPAZIONE (dal 20 al 23 settembre) la partecipazione avviene svolgendo uno o più Giochi della Gentilezza. L’attività proposta può durare 5 minuti, mezza giornata, una giornata intera, o più giornate, a discrezione dei “partecipanti-organizzatori”.
  4. RICORDI (dal 24 settembre al 1 ottobre) l’obiettivo dell’attività è quello di lasciare un bel ricordo della gentilezza ai partecipanti. A sostegno di questo momento i “partecipanti-organizzatori”, potranno condividere immagini, video, elaborati, disegni, racconti, con l’Associazione Cor et Amor, che creerà una grande memoria condivisa in rete, sulla piattaforma web www.igiochidellagentilezza.it e sulla pagina fb Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza. Le immagini e i video condivisi dovranno raffigurare particolari o attività di gruppo, saranno esclusi i primi piani, o immagini in cui si riconoscono i volti di bambini e ragazzi.
  5. COMUNICAZIONE (dal 20 settembre) facoltativa per dare ulteriore risonanza alle attività ludiche proposte, i partecipanti organizzatori potranno contribuire autonomamente a fare conoscere la propria esperienza attraverso i media locali, provinciali, regionali, oltre che tramite social.

I Giochi della Gentilezza da proporre

Gli organizzatori possono scegliere il tipo di attività ludica da proporre, tra quattro opzioni:

  1. GIOCOPEDIA il libero manuale online dei Giochi della Gentilezza, curato dall’Associazione Cor et Amor, dove vengono condivisi, dagli utenti, i Giochi della Gentilezza. Sarà una fonte da cui attingere I Giochi della Gentilezza.
  2. GIOCHI NUOVI Ogni partecipante, a seconda delle finalità sociali che persegue, può creare propri Giochi della Gentilezza, sapendo che ogni attività può essere un Gioco della Gentilezza, purché volta al benessere ed alla crescita della persona. Sarà gradita la condivisione del gioco creato su Giocopedia della Gentilezza.
  3. PROGRAMMAZIONE l’Associazione Cor et Amor, dal mese di agosto, proporrà una programmazione di attività ludiche da svolgere durante le quattro giornate, tra cui poter scegliere.
  4. CONTESTUALIZZARE le attività ludico-sportivo-ricreative già programmate. Ad esempio una partita amichevole di pallavolo, già prevista per il 22 settembre, potrebbe divenire “la partita della gentilezza”, in cui oltre alle abilità tecniche si mettono in atto comportamenti gentili; oppure una festa patronale potrebbe divenire l’occasione per proporre “giochi tradizionali gentili”; oppure un problema di matematica, assegnato come compito il venerdì, potrebbe divenire un “problema per la gentilezza”.

I testimonial

I testimonial della 4° giornata nazionale dei giochi della gentilezza, saranno scelti sulla base dei quattro ambiti tematici che saranno affrontati durante la ricorrenza del 2019. Ad oggi hanno già accettato di essere testimonial Antanas Mockus, ex Sindaco di Bogotà, che attraverso alcuni giochi sociali contribuì a migliorare la qualità di vita della propria città; Sandro Bozzolo, di Cuneo, che ha contribuito a fare conoscere Mockus in Italia; Maurizio Pitti, vigile urbano a Ivrea, che diffonde la sicurezza stradale nelle scuole, promuovendo il Bicibus; Fulvio Fino, di Marina di Campo, che regala tanti sorrisi ai bambini attraverso la giostra ecologica; Paola Gianotti, ciclista da record, promuove messaggi positivi, come il rispetto dei ciclisti sulle strade; Lara Schialvino, da quest’anno Assessore alla gentilezza della Città di Rivarolo (TO).

La piattaforma web

Per semplificare l’accesso alle informazioni Giocopedia della Gentilezza, la Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza e le informazioni sull’Associazione Cor et Amor, sono riportate su un’unica piattaforma web: www.igiochidellagentielzza.it . La comunicazione sarà diffusa anche attraverso social, con la pagina facebook 22 settembre Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza.

Obiettivi

Superare i 45.000 partecipanti e promuovere, coinvolgendo i media e gli esperti del settore, l’importanza di educare i bambini ed i ragazzi alla gentilezza sin da piccoli, attraverso la collaborazione tra le diverse figure educative (famiglia, istruzione e tempo libero), affinché possano crescere e divenire adulti felici. Educare oggi alla gentilezza, è un investimento etico, a breve e lungo termine. Oltre che nel presente, i benefici potranno essere colti nel lungo periodo, tra 20, o 30 anni, quando i bambini di oggi, saranno cresciuti e aggirano attivamente per mettere in pratica quanto appreso da piccoli.

Top

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi