A Torino “Quattro grandi chef per il Volontariato”

Corso di cucina con “Quattro grandi Chef”

Tutti gli incontri si tengono presso la Piazza dei Mestieri in via Durandi,13 – Torino in 9,15 aprile e il 6 maggio dalle ore 17.30 più una data da concordare per preparare e condividere un pasto a Casa Giobbe.

Il corso è a numero limitato e gratuito. Le selezioni degli iscritti avverrà in base all’ esperienza già maturata e alla disponibilità di tempo da dedicare al volontariato.

Le domande di partecipazione vanno inviate a: info@associazionegiobbe.it entro il 25 marzo.

Per ulteriori informazioni visita il sito: www.associazionegiobbe.it

 

La Repubblica ha dedicato il 19 marzo 2019 un articolo di Mariachiara Giacosa:

Cuoco e volontario non si nasce, ma lo si può diventare. Soprattutto se a insegnare i trucchi del mestiere sono quattro famosi chef torinesi: Alessandro Mecca di Spazio 7, Cesare Grandi de La Limonaia, Beppe Gallina della Pescheria Gallina e Maurizio Camilli de La Piazza. Saranno loro a tenere le lezioni di cucina per istruire ai fornelli gli aspiranti cuochi di Casa Giobbe, la struttura di Grugliasco dove vivono e hanno trovato una casa dodici persone malate di Aids.
“Anche il buon cibo, preparato con il sorriso aiuta a sentirsi persone” spiega il responsabile della Casa, Luigi Gili che insieme al gruppo di operatori che lavorano nell’associazione ha ideato il concorso per cuochi solidali. Persone appassionate di cucina che abbiano voglia di dedicare un po’ del proprio tempo per gli ospiti della struttura di accoglienza.
“Abbiamo osservato che quello del pasto è il momento in cui si crea il maggior dialogo tra chi vive qui e chi viene a dare una mano – spiega Gili – e ci è venuta l’idea di usare la cucina come veicolo per attrarre le persone che hanno del tempo e hanno voglia di fare qualcosa per gli altri”. Il corso è di quelli seri, pensato per attirare volontari “che di questi tempi ammette il responsabile della Casa – non arrivano in masse oceaniche, perché le persone hanno sempre meno tempo”.
E anche per “dare qualcosa in cambio a chi decide di dedicare un po’ del proprio tempo ai nostri ospiti”. Così è nato “Tu puoi fare la differenza con gusto”, il corso di cucina realizzato dall’associazione Giobbe in collaborazione con Slow food e con Piazza dei Mestieri, il sostegno della Compagnia di San Paolo e l’aiuto dei quattro chef. “Noi offriamo la possibilità di imparare i segreti dei grandi cuochi – racconta ancora Gili – in cambio chiediamo un “patto di amicizia” con il quale chi frequenta il corso si impegna a venire a cucinare a Casa Giobbe qualche volta, a pranzo o a cena, senza alcun obbligo ma secondo le proprie disponibilità”.

Gli chef insegneranno agli aspiranti volontari le loro ricette, dall’antipasto al dolce, per preparare un menù a prova di stella, ma soprattutto offriranno i segreti per gestire un servizio professionale.
Tempi di preparazione, uso dei fuochi e dei fornelli, tecniche per preparare i piatti e le porzioni delle pietanze. Tutto come al ristorante, con la differenza che i clienti sono persone fragili, per i quali il pasto è un momento di socializzazione. “Eravamo partiti da un’idea diversa – rivela Cesare Grandi uno degli chef impegnati nelle lezioni – ovvero prepara una cena stellata per i ragazzi che vivono a Casa Giobbe, per offrire loro un momento di convivialità con cibo di alta cucina”. Poi il progetto è cresciuto e si è arrivati all’idea del corso per i volontari. “La valenza gastronomica è poco più che una scusa – rivela Grandi – il valore reale di questo progetto è valorizzare il momento del pasto. Cucinare per gli ospiti, e prendersene cura cucinando bene”.

Top

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi